Chi è Bukele, il Presidente di Bitcoin (ed El Salvador)

Chi è Bukele, il Presidente di Bitcoin (ed El Salvador)

Chi è Bukele, e perché è così conosciuto nella crypto community?

Nayib Bukele è il Presidente di El Salvador, un Paese centroamericano poco più piccolo del Piemonte, e con grandi problemi economici (e sociali). La ragione per cui si parla così tanto di Bukele nel mondo di Bitcoin è che il Presidente di El Salvador ha adottato BTC come valuta di stato nel Paese. Questa decisione rappresenta ad ora un unicum, ed è stata fortemente criticata (tanto da chi è pro-Bitcoin, tanto da chi è contro Bitcoin).

Vediamo più nel dettaglio che è Bukele, e perché è famoso / famigerato nella community Bitcoin.

Chi è Bukele?

Chi è Bukele? Nayib Bukele è stato eletto presidente di El Salvador dal 2019 con il partito Nuevas Ideas. Nato nel 1981, è tra i più giovani capi di stato al mondo. Questo si può notare, tra le altre cose, dall’uso molto attivo di Twitter, spesso con post che si potrebbero considerare poco presidenziali.

Le sue idee politiche, per quanto difficili da inquadrare nello spettro tradizionale, tendono ad essere populiste e molto liberiste. Tra gli scopi economici più importanti che si prefigge, c’è quello di rendere El Salvador un Paese più decisamente capitalista, con l’aiuto del libero mercato.

Se guardiamo alla scena politica internazionale, nel suo modus operandi e in grossa parte delle idee si nota un certa affinità con Trump -per quanto i due non si amassero particolarmente.

Ma, nel mondo CT e crypto in generale, Bukele è particolarmente famoso per avere introdotto Bitcoin come valuta di stato in El Salvador, e per averne comprato quantità piuttosto rilevanti. Una decisione che ha portato a molte critiche, molti complimenti, diversi problemi.

Chi è Bukele? Il problema di comprare Bitcoin

Bukele, come detto, ha deciso di acquistare Bitcoin in nome e per conto di El Salvador. In particolare, è diventato famoso per averlo dichiarato su Twitter, dichiarando spesso di volere buy the dip, comprare scontato.

Beh, i numeri dicono che non gli è andata particolarmente bene.

Stando a questo sito, che si occupa di seguire i movimenti di Bukele, la sua DCA (dollar cost average) si trova a $45.000 per BTC. Ad oggi, BTC vale circa $20.000 -un calo di circa 56%, equivalente a $60 milioni.

Ovviamente, questo sito si deve basare sulle dichiarazioni del Presidente, non potendo verificare in altro modo la loro correttezza. Da qui hanno derivato i 2381 BTC nel wallet del Paese, che sono una stima.

function formatAsPercent(num) { return new Intl.NumberFormat(‘default’, { style: ‘percent’, minimumFractionDigits: 2, maximumFractionDigits: 2, }).format(num / 100); } jQuery.getJSON(‘https://api.coingecko.com/api/v3/coins/markets?vs_currency=eur&ids=bitcoin&order=market_cap_desc&per_page=100&page=1&sparkline=false’, function(data) { jQuery.each(data, function(index, value) { var nameSmall = value.name; var euro = value.current_price +’ €’; var percentageChange = formatAsPercent(value.price_change_percentage_24h); console.log(percentageChange); jQuery(‘.name-price’).text(nameSmall); jQuery(‘.price-price’).text(euro); jQuery(‘.percentage-change’).text(percentageChange); console.log(percentageChange.charAt(0)); if (percentageChange.charAt(0) == ‘-‘) { document.getElementById(“b-price”).style.backgroundColor = “#FFB4B4”; document.getElementById(“b-price”).style.borderColor = “#A32020”; } else { document.getElementById(“b-price”).style.backgroundColor = “#91F591”; document.getElementById(“b-price”).style.borderColor = “#00A600”; } }); });

Questo atteggiamento particolarmente aggressivo da parte di Bukele gli ha attirato una certa dose di critiche. Ad esempio, non si sa quanto scherzosamente, ha dichiarato di comprare BTC mentre è in bagno.

Il fallimento di Chivo Wallet

Una delle iniziative adottate da El Salvador per spingere l’adozione di Bitcoin è stata quella di regalare un wallet a ciascun cittadino, contenente $30 in BTC. Oltre a questo, ovviamente, si obbligano i negozi ad accettare i pagamenti nella cryptovaluta.

Chivo Wallet nasceva con questo scopo, ma ha presentato molti problemi -che hanno posto un importante freno all’adozione effettiva di BTC.

Molti cittadini si sono limitati a spendere i $30 e poi lasciar perdere il wallet. In altri casi, come riporta questo articolo, qualcun altro è riuscito ad accedere al loro wallet e rubare i soldi. E tutto questo nel contesto di una mancanza di educazione del cittadino sull’effettiva natura di questo strumento.

Oltre a questo, il Paese ha emesso bond sul mercato per finanziarsi. Ha anche provato ad emettere dei bond destinati all’acquisto di BTC, con addirittura l’ambizione di costruire un’intera città. Piani che si sono scontrati con un interesse limitato da parte del mercato.

El Salvador ha infatti recentemente annunciato di voler ricomprare i bond emessi dal mercato secondario.

Chi è Bukele? Cosa ne pensano gli altri?

La domanda chi è Bukele è molto polarizzante. C’è chi lo ama perché difende Bitcoin -e chi lo odia, precisamente perché difende Bitcoin.

Una categoria che si è schierata particolarmente dalla parte del Presidente di El Salvador sono i Bitcoin Maximalist, ovvero coloro che considerano BTC come l’unica vera cryptomoneta.

In questo thread, Vitalik Buterin (fondatore di Ethereum) ha detto la sua: chi lo sostiene a priori sbaglia, e spesso queste persone coincidono con i Bitcoin Maximalist.

Mi trovo, come spesso mi succede, parecchio d’accordo con il buon Vitalik. E c’è di più: non capisco perché i maxi si schierino a favore di un’iniziativa che sembra andare contro all’idea originaria di Satoshi.

Si tratta di qualcosa di molto più affine ad E-Coin nella serie Mr. Robot che a una libera adozione, e completamente priva di educazione. E soprattutto: Chivo Wallet, il wallet creato forzosamente per ciascun cittadino, è completamente centralizzato -al punto da avere nome e cognome di ciascun utente.

La mia opinione? BTC può, un giorno, affiancarsi alle valute nazionali. Non è però bene mettere il carro davanti ai buoi -il rischio è di fare più danni reputazionali che bene. E, soprattutto, considero eccezionalmente rischioso speculare sull’andamento del prezzo di BTC con i soldi di un Paese che è ben lontano dall’essere ricco.

Disclaimer: il contenuto dell’articolo è un’opinione, e ha unicamente fini informativi. Non intende fornire consulenzia finanziaria di alcun tipo. Consulta un professionista certificato per ottenere consulenza finanziaria.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *