Wise Borderless Review: il miglior conto multivaluta

Wise Borderless Review: il miglior conto multivaluta

Cos’è Wise Borderless? E’ una buona opzione per un conto corrente multivaluta? In questo blog si parla soprattutto di cryptomonete, mas è comunque importante tenere d’occhio le valute tradizionali e scegliere le migliori opzioni. In breve: Wise Borderless è a mio parere il miglior conto multivaluta in Italia per privati, partita IVA o società. E’ gratuito, facile da creare e permette di ottenere immediatamente un IBAN europeo, un routing number in dollari per gli Stati Uniti, e diversi altri. Vediamo quindi questa review di Wise Borderless, dove proverò a spiegare perchè è il miglior conto multivaluta in Italia. Se preferisci leggere direttamente dal loro sito, fai clic qui!
*Questo articolo contiene link affiliati*

Wise Borderless Review: a cosa serve?

Negli ultimi anni, ho vissuto all’estero, in diversi Paesi; spesso, fuori dall’Unione Europea. Chiunque abbia anche solo fatto un viaggio fuori dalla UE e provato a prelevare, saprà che commissioni vengono fatte pagare dalle banche locali. Se poi avete mai avuto l’esigenza di inviare un bonifico non SEPA, ovvero a un conto che non utilizza gli euro come valuta, avete anche un’idea dell’assurdità delle commissioni e dei tassi di cambio.

Certo, le cryptovalute aiutano in questa direzione. Ipotizziamo di voler inviare dei soldi a un parente o amico, o di volere pagare una fattura di un freelancer australiano. Potremmo in teoria inviargli Bitcoin, o qualunque altra cryptomoneta, e risparmiare parecchi soldi in commissioni. Ma affrontiamo la realtà: quante persone sono disposte a ricevere o inviare pagamenti in cryptomonete? Per ora, in pochi.

Quindi, la mia ricerca è andata verso specifici conti correnti che offrissero le migliori condizioni di conversione di valuta. Nello specifico, mi serviva qualcosa che mi permettesse di effettuare e ricevere pagamenti in altra valuta. Ecco come ho scoperto Transferwise, più recentemente rinominata in Wise.

wise multicurrency account

Wise Borderless Review: le caratteristiche

Tutte le caratteristiche del conto Borderless di Wise possono essere lette a questa pagina. Qui mi limito a farne un riassunto, menzionando le più importanti per me.

Wise Borderless è un conto pensato per società e autonomi, italiani e stranieri. Stiamo parlando di persone che hanno qunidi un profilo professionale, dovendo ricevere ed effettuare più o meno regolarmente pagamenti in altra valuta. In realtà, Wise non richiede di inserire una Partita IVA all’iscrizione, quindi di fatto non limita l’iscrizione ai soli account business.

Numeri di conti di vari Paesi

Il vantaggio principale di Wise Borderless è che permette di ottenere numeri di conto di vari Paesi. Alcuni di questi: Stati Uniti, Inghilterra, Australia, Nuova Zelanda, Ungheria, Romania, Singapore. Qual è il vantaggio di avere tutti questi conti correnti? Fondamentalmente, permette a persone che vivano in uno di questi paesi di inviarvi soldi con un normale bonifico. Inviare denaro a conti correnti stranieri è infatti un’operazione piuttosto complessa. Un esempio? I conti degli Stati Uniti non hanno IBAN e BIC, bensì un numero di conto e un routing number. Il che significa che devono andare in filiale per effettuare il pagamento, pagando commissioni e tassi di cambio. Lo stesso vale se siete voi a dover pagare loro.

Ipotizziamo di avere euro sul conto, e voler effettuare un pagamento in dollari, per un totale di €200. Incorreremo in una commissione fissa di €0.87 (cambia da valuta a valuta), e una variabile dello 0,41%, per un totale di €1.69. Circa lo 0,8% del totale. Per fare un paragone, lo stesso pagamento con Paypal incorrerebbe in una commissione del 3%, oltre alle commissioni di conversione valuta (variabili, ma un altro 1-2% minimo). Una banca tradizionale potrebbe fare pagare anche più di €10 per l’operazione, anche qui oltre alle commissioni di conversione.

wise commissioni spese
Fonte: Wise. La calcolatrice per le commissioni può essere consultata qui.

Oltre a ciò, Wise Borderless permette di detenere saldo in 50 valute. Cosa, ad esempio, utile quando vi trovaste in uno di quei Paesi, per prelevare risparmiando sulle commissioni di conversione. (In realtà le commissioni di conversione non sono alte, ma conosco lo stress di non sapere quanto dovremo pagare).

Commissioni fondamentalmente nulle

Una delle cose migliori di Wise secondo me è la trasparenza con cui mostrano tutte le loro commissioni. Ecco qui lo specchietto completo.

Le uniche spese che dovremo pagare sono i prelievi da bancomat (ma ne abbiamo due gratuiti al mese, fino a un totale di 200 sterline, ovvero circa €250), e la carta fisica se la vogliamo a €7: è perfettamente possibile usare il conto solo digitalmente, trasferendosi i soldi poi a un altro conto. E’ inoltre prevista una piccola commissione fissa per inviare denare (tra €0,20 e €1, a seconda delle valute). L’unica cosa a cui fare attenzione: se il nostro saldo supera i €15.000 ci verrà chiesto di pagare uno 0,4% annuale. Per evitarlo, è quindi sufficiente assicurarci di rimanere al di sotto di questo importo.

E’ autorizzato dalla Banca Nazionale del Belgio

Wise nasce in Inghilterra, con autorizzazione da parte della FCA, Financial Conduct Authority. A seguito di Brexit, ha creato un ufficio anche in Belgio e ha ottenuto l’autorizzazione a operare dalla Banca Nazionale di questo Paese, in qualità di istituto di valuta elettronica. Il denaro degli utenti è detenuto in conti separati da quelli aziendali, in modo da minimizzare i problemi per l’operatività nel caso (remoto) di bancarotta.

Insomma: qualunque azienda può avere problemi economici, ma da quello che è possibile sapere come consumatore, mi sembra un istituto bello solido. Operare nell’Unione Europea richiede una pletora di permessi, e ci sono controlli molto severi su questo genere di enti.

Wise Borderless Review: la soluzione definitiva (per ora)

Torniamo brevemente alla mia esperienza vivendo all’estero. La prima volta che mi sono trasferito in Canada, nel 2014, Wise non esisteva, e non erano ancora nate le tantissime prepagate a costi bassissimi che ci sono ora sul mercato. Andavo a prelevare una volta al mese tutti i soldi di cui avrei avuto bisogno, perchè ogni prelievo erano $10.

Negli ultimi 7 anni, il mondo del banking si è innovato radicalmente. Sono nate migliaia di alternative, che offrono commissioni pressoché nulle. La cosa interessante: ciascuna di queste possibili soluzioni era la migliore in un determinato caso. Un esempio? Da anni, come carte personali, uso N26 per prelevare in Europa, e Hype per prelevare fuori dall’Europa. Non conosco nessun’altra carta europea che mi lasci prelevare in Colombia senza commissioni fisse.

Mi sono avvicinato a Wise più recentemente. La loro offerta, come prepagata per prelevare o pagare con pos, non m sembrava superiore a N26 e Hype. Iniziando però a lavorare con molti stranieri, e a dover regolarmente inviare soldi all’estero, mi sono imbattuto in questo sito per la sua funzione originaria: l’invio di denaro. Una sorta di Western Union digitale e con commissioni, ovviamente, inferiori. E ne ho poi seguito l’evoluzione, con la creazione del conto Borderless.

A mio parere, come dico in questa Review, Wise Borderless è il miglior account per chiunque debba inviare o ricevere soldi in altra valuta. Punto.

Sarà così per sempre? Non credo.

Le cryptovalute fanno passi da gigante dell’adozione mainstream. Tesla che investe e permette di comprare auto in Bitcoin, Paypal che accetta le cryptomonete. A mio parere, quella è la soluzione finale. Quando Bitcoin Lightning Network sarà operativo, sarà la soluzione migliore.

Fino ad allora, però, Wise Borderless rimane la via migliore.

Conclusione:

Share

3 thoughts on “Wise Borderless Review: il miglior conto multivaluta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *