Ethereum 2.0 su Coinbase: lo staking sarà possibile!

***Aggiornamento Febbraio 2021: lo staking di ETH 2.0 non è ancora possibile su Coinbase, ma lo è su Binance. Ecco l’articolo.***

Ethereum 2.0 su Coinbase sarà supportato, e sarà possibile effettuare staking direttamente sulla piattaforma. Il 30 Novembre 2020, infatti, il colosso crypto americano ha rilasciato una dichiarazione piuttosto breve ma fondamentale, confermando che supporterà ETH 2.0. In questo articolo proverò a spiegarvi perchè il supporto di Ethereum 2.0 su Coinbase sia una notizia enorme.

Ethereum 2.0: cos’è?

Partiamo come sempre dall’inizio: Ethereum 2.0 è l’evoluzione di Ethereum. La seconda cryptomoneta più conosciuta passera dalla PoW (Proof of Work) alla PoS (Proof of Stake). Questo, in soldoni, significa commissioni molto più ridotte per le transazioni sulla rete, e anche una capacità della rete molto maggiore. Inoltre, sarà possibile effettuare lo staking per chi possiede ETH, ovvero lasciare una certa quantità di Ethereum bloccati sulla piattaforma e ottenere un certo ritorno economico. Se vuoi i dettagli su ETH 2.0, in questo articolo ne parlo.

Ethereum 2.0 su Coinbase: come funzionerà?

Vi linko il post in cui Coinbase ha fatto l’annuncio. E’ in inglese, quindi vi faccio un riassunto: per ora le indicazioni sono sommarie, e si limitano a dire che a partire dall’inizio dell’anno prossimo (non c’è una data) sarà possibile avere sia ETH, sia ETH 2.0 sul proprio account. Infatti, entrambe le piattaforme esisteranno in contemporanea, fino al completamento dello sviluppo di ETH 2.0.

C’è anche un brevissimo accenno allo staking: sarà infatti possibile stakare Ethereum su Coinbase per ottenere la ricompensa. Ora, il minimo che sarà necessario stakare è di 32 ETH, e non è chiaro se sarà necessario che un utente abbia tutti quegli ETH 2.0 per potere avere la ricompensa, o se invece verrà effettuata (come io suppongo) una sorta di pooling, per cui anche utenti con (molto) meno di 32 ETH possano ricevere la loro ricompensa.

ethereum 2.0 su coinbase

Perchè è così importante?

Vi rimando a questo articolo di Cointelegraph (in inglese). Quasi un quarto del totale di Ethereum è mantenuto sugli exchange, e ben il 7.5% è su Coinbase. Il fatto che gli exchange decidano du supportare ETH 2.0 è molto importante. Infatti lo staking di quella montagna di cryptomonete facilita enormemente il raggiungimento della soglia critica di cui ETH 2.0 ha bisogno.

In particolare, come accennato sopra, se sarà possibile stakare Ethereum tramite Coinbase anche per chi abbia meno di 32 ETH, questo darà una spinta colossale allo sviluppo di ETH 2.0. Le piattaforme PoS, infatti, hanno la necessità di grandi quantità di token stakati per poter operare in modo continuativo e senza problemi.

Ad ora, Coinbase è il primo exchange di cui ho notizia che abbia deciso di supportare in modo così attivo il passaggio da ETH a ETH 2.0. Io spero che la loro presa di posizione così decisa convinca anche i concorrenti a fare lo stesso.

Conclusione

Il fatto che Ethereum 2.0 su Coinbase sia una realtà, e che l’exchange abbia deciso di supportarlo in modo convinto, è sicuramente un’OTTIMA notizia per chiunque creda nella tecnologia di Ethereum. La strada per questa evoluzione rimane lunga e impervia, ma è un grande passo nella direzione del successo.

Share

One thought on “Ethereum 2.0 su Coinbase: lo staking sarà possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *