Guida a Natrium, il miglior wallet per NANO

Guida a Natrium, il miglior wallet per NANO

Ho deciso di scrivere questa piccola guida a Natrium, il miglior wallet per NANO a mio parere. NANO è una blockchain interessante, che seguo da anni: la sua tecnologia permette transazioni pressoché istantanee, oltre che gratuite. Uno degli svantaggi: non essendo costruita su una delle due-tre tecnologie dominanti, i wallet tradizionali a volte non funzionano. Dove detenerlo? In questo articolo farò una piccola guida a Natrium, che considero il miglior wallet per NANO.

Cos’è NANO?

Questo articolo non si preoccupa di spiegare i dettagli, ma un accenno è utile: NANO, precedentemente Raiblocks, è una blockchain venuta alla ribalta in piena fase espansiva del mercato alla fine del 2017. Ha ottenuto molto interesse per la sua decentralizzazione, e per la sua capacità di effettuare transazioni in modo istantaneo e completamente gratuito. Infatti, NANO utilizza una tecnologia blockchain di loro invenzione, chiamata block lattice, in cui ciascuna transazione viene autenticata dalle precedenti e dalle successive. Una tecnologia molto più semplice ed economica rispetto a Proof of Work e Proof of Stake, per quanto presenti parecchi rischi e complicazioni.

Una complicazione drammatica c’è stata, per quanto non sia ancora chiaro se fosse anche colpa di NANO: Bitgrail, un exchange italiano, ha bloccato i prelievi di NANO dando la colpa ad errori nel codice (mai dimostrati, che io sappia); più tardi è stato dichiarato il fallimento di Bitgrail.

Se volete saperne di più, vi lascio il link a questo articolo che parla nel dettaglio di NANO e della sua tecnologia.

Guida a Natrium: perché è il miglior wallet per NANO?

Ovviamente, il miglior wallet per NANO o per qualunque altro token sarà una questione di scelta personale. Ci sono molti fattori che hanno a che fare con la preferenza di ciascuno. Questi i motivi per cui ho scelto Natrium.

  1. Decentralizzato. In generale, è sempre bene tenersi alla larga dagli exchange e da wallet centralizzati quando si vuole mettere al sicuro un token. Certo, l’hack può capitare a chiunque. Tuttavia, una piattaforma decentralizzata è relativamente più sciura di una centralizzata, eliminando de facto i rischi di frode e bancarotta.
  2. Consigliato da NANO sul loro sito ufficiale; addirittura, è il primo tra i wallet elencati.
  3. E’ nativo di NANO, ovvero non accetta altri token. Sarebbe per esempio possibile utilizzare Trustwallet. Per quanto meno pratico, personalmente preferisco sempre andare da chi si occupa di quel token specificamente. Lo sviluppo è migliore, i problemi sono meno. In generale, mi fido di più.
  4. E’ semplice da usare. Natrium è un’applicazione per smartphone che non richiede una conoscenza enciclopedica per l’utilizzo, rispetto ad alternative che viceversa sono piuttosto complesse.

Guida a Natrium: come installare il wallet

Passiamo ora al download e al setup di Natrium, che è piuttosto semplice e rapido. Cerchiamo Natrium sull’app store di Android o di iOS, oppure clicchiamo qui per iOS e qui per Android. Apriamo la piattaforma.

guida a natrium creazione account

Selezioniamo New wallet per creare il nostro wallet. Ci verrà chiesto se vogliamo introdurre una password per l’apertura dell’app; questo step è completamente opzionale.

guida a natrium il miglior wallet per nano

Ad esempio, io ho selezionato di introdurre una password.

guida a natrium il miglior wallet per nano

A questo punto, ci verrà mostrata la famigerata frase segreta. E’ una combinazione casuale di 24 parole, che garantisce la sicurezza del nostro wallet. In due modi: se la perdiamo, non avremo più accesso ai nostri fondi; se qualcuno se ne impossessa, avrà accesso ai nostri fondi. E’ quindi cruciale proteggerla (tanto da noi stessi quanto dagli altri). Nel mondo del web decentralizzato, non esiste l’opzione di recuperare la password: se siamo chiusi fuori, siamo chiusi fuori.

come creare natrium account

Accettiamo l’avviso, e facciamo un bel backup della frase segreta. Ovviamente non vi mostro la mia schermata, ma c’è l’opzione di copiarla. Incolliamola (o trascriviamola a mano, meglio ancora). Fatto ciò, possiamo confermare, e dobbiamo unicamente scegliere il pin che ci permetterà di accedere all’app.

come usare natrium app

A questo punto vediamo l’app. Molto semplice: possiamo ricevere o inviare transazioni in NANO. Se vogliamo trasferire i nostri NANO su questo wallet, possiamo semplicemente selezionare Receive per arrivare a questa schermata.

come inviare nano natrium wallet

Possiamo copiare o direttamente condividere il nostro indirizzo; inoltre, il QR code permette a chiunque di inviarci rapidamente fondi senza dover trascrivere.

Viceversa, se vogliamo inviare NANO selezioniamo Send. Possiamo inviare NANO sfruttando il QR code, o inserendo l’@ o l’indirizzo completo del ricevente.

Conclusione: Guida a Natrium, il miglior wallet per NANO

In questo articolo ho provato a condividere una piccola guida a Natrium, spiegando come installare e usare.

La ragione per cui mi piace Natrium è che rappresenta la mia visione della blockchain: decentralizzato, dedicato a una blockchain sola, senza fronzoli, senza cercare di offrire migliaia di opzioni. Semplice, dritto al punto.

Ovviamente, come qualunque cosa nel mondo crypto, esiste un rischio di hack e di furti. Stiamo parlando di tecnologie estremamente innovative e che non sono ancora state pienamente testate.

Disclaimer: il contenuto dell’articolo è un’opinione, e ha unicamente fini informativi. Non intende fornire consulenzia finanziaria di alcun tipo. Consulta un professionista certificato per ottenere consulenza finanziaria.

Share

2 thoughts on “Guida a Natrium, il miglior wallet per NANO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *